fbpx

Email Marketing

Questo tutorial ti aiuta a raggiungere i tuoi obbiettivi

1 Introduzione

Gli studi hanno dimostrato che l’email è ancora un ingrediente essenziale nel mix di marketing al dettaglio. Da vari sondaggi abbiamo rilevato che “L’e-mail rimane un modo significativamente più efficace per acquisire clienti rispetto ai social media, quasi 40 volte quello di Facebook e Twitter messi insieme”. I risultati del sondaggio indicano gli studi che hanno riscontrato che la posta elettronica è tre volte più efficace nel sollecitare gli acquisti rispetto ai social media e il valore medio dell’ordine è superiore del 17%. Statistiche del genere indicano chiaramente che l’email marketing non è qualcosa che i rivenditori dovrebbero trascurare. La buona notizia è che rimanere aggiornati sulla posta elettronica non è così ingombrante o richiede tempo come si potrebbe pensare. Con le giuste strategie e strumenti, puoi semplificare il processo di crescita del tuo elenco di iscritti e di invio di messaggi, in modo da poter rimanere in contatto con i clienti e guidare le vendite. Questo Tutorial, presentato congiuntamente, ti insegna come fare tutto questo e altro. Ti insegnerà come raccogliere in modo efficace gli indirizzi e-mail e far crescere il tuo database, come comunicare con i clienti e coinvolgerli e, infine, come massimizzare risultati e risultati. Passa attraverso i punti seguenti, applica ciò che puoi nella tua attività e sarai sulla buona strada per il successo dell’email marketing.

Computer

2 Raccolta delle informazioni sui clienti

La raccolta di dati di clienti di alta qualità ti fornisce una vasta gamma di informazioni su chi sono i tuoi clienti e su come amano fare acquisti. Con la probabilità di vendere a un cliente esistente un aumento del 60-70% [metriche di marketing], devi assicurarti di concentrare i tuoi sforzi sulla costruzione di una mailing list dei tuoi clienti reali. In tal modo, avrai un pubblico più accattivante, più alte percentuali di apertura e di clic e, soprattutto, maggiori possibilità di conversione. In questo capitolo, parleremo di quali informazioni raccogliere, come raccoglierle e quali strumenti utilizzare.

1. Raccolta delle informazioni sui clienti.

Ogni rivenditore dovrebbe raccogliere le basi, che includono i nomi e gli indirizzi e-mail dei clienti. Tuttavia, se desideri andare oltre e essere più mirato e pertinente con le tue e-mail, vorrai anche raccogliere dati più dettagliati, come sesso, data di nascita, attività di acquisto e posizione.

2. Come raccogliere le informazioni sui clienti

Dopo aver deciso quali informazioni raccogliere, dovrai lavorare su come raccoglierle. Esistono in genere tre semplici modi per farlo: puoi farlo in negozio, online e sui social media. Discuteremo questi metodi in modo più dettagliato di seguito. Il momento migliore per acquisire i dettagli dei tuoi clienti in negozio è mentre stanno finalizzando il loro acquisto. Chiedi ai tuoi dipendenti di fare una conversazione amichevole alla cassa e chiedi loro agli acquirenti se desiderano iscriversi alla tua mailing list.

Ecco alcuni consigli:

• Fornire ai clienti un motivo per fornire le loro informazioni. La maggior parte dei tuoi clienti sarà felice di consegnare i propri dati in cambio di un incentivo come uno sconto o un’opportunità per aderire al tuo programma di fidelizzazione.

• Assicurati che i soci siano fiduciosi nel chiedere ai clienti di iscriversi al tuo database. Assicurati che i tuoi dipendenti siano in grado di spiegare efficacemente i vantaggi dell’iscrizione alla tua newsletter. Assicurati che menzionino vantaggi, come essere i primi a conoscere nuovi prodotti, ottenere sconti esclusivi ecc. Rendilo veloce e facile. I consumatori in questi giorni hanno poco tempo a disposizione e non vogliono essere ostacolati da processi o tecnologie lenti. Ecco perché dovresti rendere il processo di iscrizione il più rapido e indolore possibile. Puoi farlo eliminando i moduli scritti a mano e inserendo le informazioni direttamente nel tuo POS mentre stai elaborando la vendita. Dovresti anche assicurarti che i tuoi dipendenti siano ben addestrati in modo da non trattenere alcun cliente.

• Non forzarlo. La cosa più importante è che i tuoi clienti lascino il tuo negozio con un sorriso sulle labbra. Quindi, se un cliente non è interessato all’iscrizione, non farlo sudare; rispetta la loro decisione e continua a offrire loro un’ottima esperienza in negozio.

b. ONLINE

Se i tuoi clienti acquistano da te online, è probabile che tu stia già raccogliendo i loro indirizzi e-mail e i dettagli di base durante la procedura di pagamento. L’unica cosa da fare ora è assicurarti che aderiscano alla tua newsletter. Puoi farlo aggiungendo una casella di controllo della mailing list nella pagina di checkout del tuo sito e-commerce. In questo modo, gli acquirenti che desiderano unirsi al tuo elenco non dovranno reinserire i loro dettagli. Possono semplicemente selezionare la casella di controllo e verranno automaticamente aggiunti al tuo database di posta elettronica.

SUGGERIMENTO: includere una dichiarazione di consenso nei termini e condizioni per newsletter e marketing via e-mail. È una buona idea verificare i requisiti legali del proprio paese in questo ambito e assicurarsi di aderire ad essi.

•Aggiunta di clienti che non hanno ancora acquistato da te. Suggerimenti di cui sopra sono ottimi per iscrivere persone che stanno già acquistando da te, ma per quanto riguarda quegli acquirenti di finestre online? Bene, puoi catturare efficacemente le loro informazioni aggiungendo un modulo di mailing list al tuo sito. A seconda dell’aspetto del tuo sito di e-commerce, di solito puoi aggiungere un modulo nella parte superiore del tuo sito Web, nella barra laterale o nel piè di pagina.

c. SOCIAL MEDIA

Avere un modulo di iscrizione e-mail sulla tua pagina Facebook può essere un ottimo modo per espandere ulteriormente il tuo elenco. Verificare con la propria soluzione di email marketing e vedere se offrono strumenti di social media che è possibile utilizzare per ampliare l’elenco degli abbonati. In alternativa, puoi aggiungere moduli di iscrizione e-mail sulla tua pagina Facebook tramite servizi come Woobox (gratuito), ShortStack o TabSite. 

3. Quali strumenti usare

Hai bisogno di aiuto per decidere quale soluzione di email marketing utilizzare? Alcuni dei nostri preferiti includono:

• MailUp – MailUp è un’acclamata soluzione di email marketing super user-friendly e facile da usare. Include strumenti per personalizzare facilmente i tuoi messaggi, segmentare i tuoi clienti e indirizzarli personalmente. E puoi utilizzare la sua directory delle integrazioni per aggiungere modi extra ai tuoi clienti di iscriversi alla tua newsletter con schede Facebook, moduli di siti Web e moduli iPad in negozio.

• Campaign Monitor – Campaign Monitor consente di personalizzare completamente le e-mail, gestire i clienti e aggiungere facilmente i pulsanti social. Hanno anche una miriade di integrazioni tra cui moduli di iscrizione per iPad, schede Facebook e moduli di siti Web

• Vend and MailSync– L’utilizzo del tuo punto vendita e negozio eCommerce per raccogliere indirizzi e-mail può essere facile e veloce usando MailSync. Puoi automatizzare il processo di esportazione dei dati dei tuoi clienti Vend e importarli nel tuo strumento di email marketing, inclusi MailChimp e Campaign Monitor. Ciò significa che dopo aver collegato i tuoi account, la tua mailing list viene aggiornata automaticamente. Per non parlare, include dati più dettagliati sui clienti come sesso, data di nascita, saldo fedeltà, attività di acquisto e gruppo di clienti.

• SumoMe – SumoMe è un ottimo strumento che crea popup url quando i tuoi clienti escono dal tuo sito, in modo da poter acquisire le loro informazioni prima che si allontanino dalla pagina.

Email list marketing

3 Comunicazione con gli abbonati

Hai lavorato duramente per raccogliere quegli indirizzi e-mail, ora è il momento di metterli a frutto.

1. Determinare i tipi di messaggi da inviare

La tua strategia di email marketing dovrebbe avere un mix di diversi tipi di messaggi.Ti consigliamo di toccare regolarmente la base con i tuoi abbonati con aggiornamenti su nuovi prodotti, promozioni e notizie aziendali. Ecco alcuni esempi specifici di ciò che è possibile inviare. La tua strategia di email marketing dovrebbe avere un mix di diversi tipi di messaggi.Ti consigliamo di toccare regolarmente la base con i tuoi abbonati con aggiornamenti su nuovi prodotti, promozioni e notizie aziendali.Ecco alcuni esempi specifici di ciò che è possibile inviare.

a. ANNUNCI PER VENDITE E PROMOZIONI

Hai una vendita speciale in corso nel tuo negozio? Usa la posta elettronica per spargere la voce. Ricorda ai tuoi clienti di spostarsi presso il tuo negozio (o sito) non appena la vendita viene avviata e invia loro un altro promemoria prima che finisca. Per risultati ottimali, inserisci la tua offerta o aggancia la riga dell’oggetto per invogliare le persone a fare clic.

b. NUOVI PRODOTTI / INDIETRO IN ANNUNCI DI MAGAZZINO

Oltre ai nuovi prodotti, dovresti anche considerare di inviare e-mail di “back in stock” ai clienti che hanno tentato di acquistare articoli che al momento non erano in stock. Ogni volta che un cliente tenta di acquistare un articolo che non è in stock ( online o di persona), chiedi il loro indirizzo e-mail in modo da poterlo informare una volta che il prodotto è tornato nei tuoi scaffali. In questo modo, se non l’hanno ancora acquistato da qualche altra parte, possono tornare al tuo negozio e completare l’acquisto. Un grande esempio di ciò in azione può essere visto in amazon.com. L’e-tailer chiede alle persone la loro e-mail quando provano ad acquistare un articolo esaurito e avvisa gli acquirenti nel momento in cui diventa disponibile.

SUGGERIMENTO: anche se le e-mail “back in stock” possono aiutarti a reinserire gli utenti, il modo migliore per assicurarti di non perdere una vendita è innanzitutto evitare le scorte esaurite. Vend può aiutarti a farlo attraverso le nostre funzionalità di gestione dell’inventario.

c. EMAIL “WE MISS YOU”

Dire ai clienti quanto ti mancano può essere efficace quando si desidera riconnettersi con gli acquirenti che non hanno acquistato da te da un po ‘.

d. AGGIORNAMENTI ED EVENTI AZIENDALI

È utile tenere gli abbonati aggiornati su ciò che sta accadendo nella tua azienda, quindi assicurati di inviare loro e-mail regolari con aggiornamenti e annunci (ad esempio, novità della società, eventuali modifiche alle politiche, aperture di nuovi negozi, eventi e altro).

e. EMAIL DI COMPLEANNO

Mostra il tuo lato premuroso inviando ai clienti un’e-mail per il loro compleanno. E se ti senti generoso, lancia anche un’offerta speciale.

f. EMAIL DI RISPOSTE Invita gli acquirenti a rivedere i loro acquisti recenti. Oltre a fornirti maggiori informazioni su ciò che i clienti pensano dei tuoi prodotti, le recensioni dei clienti possono aggiungere più contenuti generati dagli utenti e prove sociali al tuo sito, che come tutti sappiamo, sono due ingredienti importanti quando si tratta di convertire i clienti

g. GUIDE REGALO

Aumenta le vendite in occasione di festività ed eventi incentrati sui regali come San Valentino, Festa della mamma e Natale creando e inviando guide regalo ai tuoi clienti.

2. Segmenta quindi personalizza

Una delle chiavi per rendere felici i tuoi abbonati è segmentarli in gruppi specifici e inviare e-mail su misura a ciascun segmento.Questo ti aiuta a rimanere pertinente e ti assicura di inviare i messaggi giusti alle persone giuste. In che modo puoi esattamente tagliare e tagliare il tuo elenco di iscritti? Ecco alcuni modi comuni:

a. GENERE

Vendete a uomini e donne? Raggruppali in base al loro genere in modo da poter inviare migliori consigli e offerte sui prodotti. Supponi di avere una vendita in tutto il negozio. Invece di inviare un’esplosione generica, puoi creare campagne specifiche per genere e segmentare i clienti di conseguenza. Le tue abbonate potrebbero ricevere un avviso di vendita con abiti estivi, mentre i ragazzi riceveranno un’e-mail su cravatte o pantaloni da uomo.

b. POSIZIONE

La segmentazione dei clienti in base alla posizione è d’obbligo se si hanno più filiali o si eseguono offerte specifiche per località. Raggruppa i clienti in segmenti di posizione specifici in modo che possano inviare messaggi più mirati.

c. CRONOLOGIA DEGLI ACQUISTI

Metti a frutto i dati di acquisto dei clienti segmentandoli in base agli articoli acquistati in precedenza. Ciò ti consentirà di inviare suggerimenti su prodotti personalizzati, avvisi di ricarica e offerte.

3. Sfrutta i dati e le analisi di email marketing

Il monitoraggio dei dati della campagna e-mail consente di misurare le prestazioni e i risultati della campagna, in modo da poterli ottimizzare in futuro. Di seguito è riportato un elenco delle metriche di posta elettronica che è possibile monitorare e come possono essere utilizzate per migliorare i tuoi sforzi.

a. TARIFFA APERTA

Ciò riguarda la percentuale di persone che hanno aperto la tua email. Può essere una buona misura di quanto siano efficaci le linee del soggetto. Le percentuali di apertura delle e-mail possono anche darti un’idea di quando le persone leggono le tue e-mail. Ricevi tassi di apertura più alti al mattino o al pomeriggio? Quale giorno della settimana è più efficace per inviare messaggi? Queste sono solo alcune delle domande a cui il tuo tasso di apertura può aiutarti a rispondere.

b. PERCENTUALE DI CLIC

La percentuale di clic (CTR) è la percentuale di iscritti che hanno fatto clic sui collegamenti nel messaggio. In altre parole, risponde alla domanda: tra le persone che hanno aperto il tuo messaggio, quanti di loro hanno effettivamente cliccato sul link o hanno fatto call to action? Il CTR può essere utilizzato per misurare l’efficacia della copia e-mail, del design e dell’invito all’azione. Utilizzare questa metrica quando si desidera apportare miglioramenti al corpo della propria e-mail.

c. I SALDI

Una delle più potenti metriche di email marketing che puoi misurare è la quantità di vendite generate da ogni campagna. Oltre a darti un controllo sul ROI dell’email marketing, ti dice anche quanti soldi hai guadagnato da ciascun messaggio.

d. CANCELLAZIONE

La tua tariffa di annullamento ti dice quante persone hanno rinunciato alla tua mailing list. Non è la metrica più piacevole da guardare, ma dovresti sicuramente seguirla, soprattutto se è superiore al 2%, perché ciò significa che il numero di annullamenti che stai ricevendo è superiore a quello che il settore considera ragionevole. caso, potresti voler esaminare i fattori che potrebbero inviare l’imballaggio dei tuoi iscritti. Forse i tuoi messaggi non riescono a connettersi con il tuo pubblico. O forse stai inviando email troppo frequentemente. In ogni caso, approfondisci le cause delle cancellazioni e apporta le modifiche necessarie alle tue campagne.

Lista email pulita

4 Mantenere la tua mailing list pulita e organizzata.

Il successo della tua strategia di email marketing non dipende solo dagli indirizzi email che raccogli e dai messaggi che invii. Un compito altrettanto importante è mettere in ordine i dati che hai. Mantenere organizzata la tua lista e-mail ti aiuterà a gestirla in modo più efficiente.

1. Sync email addresses and customer information in one database

Se stai raccogliendo indirizzi e-mail sia online che offline (e dovresti assolutamente farlo), assicurati che le informazioni che hai raccolto vivano in un solo database in modo da poter prevenire mal di testa come errori di amministrazione e doppie voci. Esistono diversi modi per sincronizzare i dati di email marketing. Alcuni rivenditori scelgono di esportare e importare il loro database ogni volta che ci sono aggiornamenti alle loro liste e-mail. Mentre questo porta a termine il lavoro, l’attività può richiedere molto tempo, soprattutto se si dispone di un ampio elenco o si aggiungono sempre nuovi abbonati.

Esistono modi molto più efficaci per sincronizzare il database. Questi includono:

• Utilizzando la stessa soluzione di email marketing per raccogliere indirizzi email su più canali. Se stai utilizzando una particolare soluzione di email marketing per raccogliere indirizzi sul tuo sito di e-commerce, controlla se offrono strumenti che ti permetterebbero di raccogliere indirizzi offline. Ad esempio, MailChimp e Campaign Monitor dispongono di app mobili di accompagnamento chiamate Chimpadeedoo ed Enlist, rispettivamente, eseguite su iPad, in modo da poter raccogliere gli indirizzi e-mail nel tuo negozio o durante gli eventi. Queste app sincronizzano automaticamente i dati con il tuo database di posta elettronica in modo da non doverti preoccupare di farlo da solo.

• Optare per un’app di terze parti per sincronizzare i dati per te.

Un’altra opzione è quella di utilizzare un’app di terze parti come MailSync per sincronizzare automaticamente i dati dei clienti provenienti da fonti diverse. Questa soluzione ti consente di sincronizzare automaticamente i tuoi dati POS ed eCommerce con il tuo strumento di email marketing. Ogni volta che i dati di un cliente vengono inseriti nel punto vendita o ogni volta che qualcuno acquista dal tuo negozio online, le loro informazioni verranno aggiunte alla tua mailing list, insieme a dati aggiuntivi sull’acquirente, inclusi posizione, sesso, data di nascita e posizione. Il bello dell’utilizzo di uno strumento come MailSync è che può anche sincronizzare informazioni dettagliate sui clienti, come la cronologia degli acquisti e i punti del programma fedeltà. Se stai utilizzando lo strumento eCommerce360 di MailChimp, sarai in grado di sincronizzare informazioni come dati di ordini, prodotti acquistati, totali degli ordini e altro.

2. Convalida indirizzi e-mail

Riordinare l’elenco degli iscritti non riguarda solo la sincronizzazione dei database. Implica anche che l’elenco sia snello e attivo. In altre parole, dovresti assicurarti che gli indirizzi nel tuo elenco siano validi e che le persone su di esso vogliano effettivamente essere lì. Perché? Perché avere un elenco di iscritti stantio o “sporco” aumenta le cancellazioni e i reclami e potrebbe far atterrare i tuoi messaggi nelle cartelle spam delle persone – o peggio – causare la sospensione del tuo account. Ecco alcuni modi per impedirlo:

• Rimuovere gli indirizzi non validi utilizzando il proprio provider di email marketing. 

La maggior parte delle soluzioni di e-mail marketing può generare rapporti sulla frequenza di rimbalzo e sulle e-mail non consegnabili e questo dovrebbe far apparire eventuali indirizzi non validi nell’elenco, in modo da poterli rimuovere. Se non sei sicuro di come eseguire questa operazione, contatta il tuo provider di email marketing e chiedi loro quale sia il modo migliore per rimuovere indirizzi email non validi e inattivi dal tuo elenco.Utilizzare una soluzione di terze parti Se si dispone di un elenco di abbonati di grandi dimensioni o si desidera automatizzare il processo di manutenzione, è possibile cercare strumenti di terze parti come DataValidation e BriteVerify per gestire le esigenze di pulizia dell’elenco. Queste soluzioni possono integrarsi con il tuo provider di email marketing o consentire di importare l’elenco per la verifica. Eseguiranno quindi la scansione del tuo elenco e rimuoveranno per te indirizzi e-mail non validi o non consegnabili. I prezzi per tali servizi dipenderanno dalle dimensioni del tuo elenco e dal volume di email che invii. 

Nota: prevenire è meglio che curare Può essere un cliché, ma prevenire è davvero meglio che curare, specialmente nell’e-mail marketing. Mentre i suggerimenti di cui sopra possono sicuramente aiutare a riordinare la tua lista, il modo migliore per mantenere la tua lista perfettamente pulita è quello di garantire in modo proattivo che gli abbonati vogliano davvero essere presenti. Tieni a mente i seguenti suggerimenti per farlo:

• Implementare il doppio opt-in

L’implementazione del doppio opt-in significa richiedere ai clienti di confermare nuovamente che desiderano far parte del tuo elenco. Puoi farlo inviando agli utenti un’e-mail di follow-up a conferma della loro iscrizione subito dopo aver compilato il modulo di iscrizione. Questo non solo elimina i bot o gli account spam, ma aiuta a preservare l’integrità del tuo elenco facendo confermare agli utenti che vogliono iscriversi.

• Invia e-mail regolarmente

L’invio sporadico di messaggi è una delle principali cause di elenchi di utenti non aggiornati. Le persone ricevono un sacco di messaggi (416 al mese secondo uno studio di Return Path) nella loro casella di posta, quindi è necessario rimanere sul proprio radar mantenendo un programma di posta elettronica regolare. Altrimenti, i tuoi abbonati potrebbero dimenticare chi sei e contrassegnare i tuoi messaggi come spam quando li ricevono. 

05 Conclusione

Gran parte del successo della vendita al dettaglio implica la comunicazione con i clienti e l’email marketing ti offre un modo semplice ed economico per farlo. Speriamo che i suggerimenti e gli esempi sopra riportati ti abbiano dato alcune idee su come attuare la tua strategia di email marketing in modo da poter essere sulla buona strada per aumentare quegli abbonati e, a sua volta, fare più vendite. In bocca al lupo!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
WhatsApp chat