CONSUMO LISTE 2019

QUALI SONO LE CAMPAGNE CHE CONSUMANO PIU’ LISTE?

Statistiche campagne 2019

listA NUMERI call center – NOSTRI CONSIGLI PER IL TUO CALL CENTER

Meglio se utilizzate nel vostro call center un crm dove caricare la lista numeri di telefono in una campagna (out-bound), con la modalità predictive non si paga il costo del tempo perso dell’ agente tra una telefonata e l’ altra (no risposta) e sui numeri disattivati.

E’ importate specialmente sulle liste cellulari presentarsi con un numero di telefono che quando viene richiamato (in-bound), risponda uno degli agenti disponibili nella campagna (out-bound).

LISTE CONSIDERA CHE……

Una lista considerando più di un tentativo sulle segreterie e su chi non risponde, alla fine deve dare almeno un 50% di entrata in conversazione.

Anche se non costano pochissimo si sconsiglia l’ uso di liste di numeri fissi DBU elenchi pubblici, oramai chiamati da tutti e per la maggior parte rispondono solo anziani.

Il cellulare stabilisce un contatto diretto con la persona che cerchi, rispettando il target e il profilo della lista, con il telefono fisso non si sa chi può rispondere.

Un’ altro aspetto negativo dei fissi è il costo che si deve sostenere per il FUB al registro delle opposizioni, con gli ultimi aumenti meglio dare un’ occhiata ai prezzi.

Se trovate persone che rispondono mi avete già chiamato è possibile che la lista sia stata usata per una campagna che offriva lo stesso brand o prodotto/servizio.

Se la lista è stata chiamata molte volte da altri, la conversazione media è di sicuro bassa e viene penalizzata la propensione all’ appuntamento o al contratto.

Anche i turni sono importanti se chiamate i cellulari. Dalle 12.00 alle 15.00 e dalle 17.00 alle 20.00 sono gli orari migliori.

I settori più gettonati sono sempre gli stessi, negli ultimi 3 anni l’ energia è arrivata alla pari della telefonia fissa e mobile, segue il finanziario, fotovoltaico, depuratore acqua.

I grandi call center prevalentemente sono al sud e preferiscono lavorare al Nord.

direct email marketing

Partiamo dal presupposto che ci sono regole antispam da rispettare per l’ invio massivo di email, i principali provider come .gmail, libero.it, email.it hotmail applicano algoritmi molto sofisticati.

L’ antispam calcola quanti destinatari hanno l’ email del mittente nella posta in arrivo o in uscita.

Se la email del mittente non risulta nella posta in arrivo o in uscita dei destinatari, le vostre email non verranno mai consegnate.

L’ unica cosa da fare è rinunciare ai privati e inviare email ai domini personalizzati business, ed evitare quelli gratuiti, la consegna è probabile, salvo antispam personalizzati che metteranno le vostre email nella posta indesiderata.

Ben diverso è il risultano della consegna se le email dei destinatari sono state raccolte con il metodo OPT-IN.

Il metodo OPT-IN, prevede la conferma del destinatario inviando un’ email al mittente, in questo caso è sicura la consegna nella posta in arrivo del destinatario.

Difficilmente trovate una lista email OPT-IN da utilizzare per generare dei LEAD.

Quello che vi consiglio e di acquistare direttamente dei LEAD.

WHATSAPP MARKETING

Ancora niente per la pubblicità su whatsapp ormai ha raggiunto i 2 miliardi di utenti ma per ora non vogliono inserire pubblicità.

Possiamo utilizzare la chat e inviare lo stesso contenuto a max. 5 account per volta e questo e un limite per contattare qualche centinaio di clienti.

Per inviare i contenuti più velocemente, creare alcuni gruppi broadcast (max 250 account) in questo caso è possibile inviare lo stesso contenuto a 25 account per volta.

L’ algoritmo di whatsapp è molto restringente, fate attenzione se inviate troppi messaggi con lo stesso contenuto ad account che non hanno il vostro numero di cellulare in rubrica, sicuramente entro pochi pochi minuti il vostro account viene bloccato e non sarà più utilizzabile.

Diffidate dei software che si sostituiscono all’ app di whatsapp per l’ invio massivo di messaggi o contenuti, il software viene riconosciuto subito come non autorizzato e anche in questo caso il vostro account viene bloccato e non sarà più utilizzabile.

Quando ci saranno aggiornamenti vi faccio sapere le novità su whatsapp marketing, nel frattempo per chi non la già fatto può scaricare la versione business.

WhatsApp chat